TG DELLE SUBLOCAZIONI. PUNTATA DEL 12/10/2020

Ciao,

oggi voglio parlarti della simpatica figura del “sublocatore superficiale”.

È un termine che ho coniato assieme ai miei collaboratori perché in questo periodo ne stanno venendo a galla a centinaia.

Questa non vuole essere un’offesa o un atto di presunzione, semplicemente è un modo simpatico per constatare che la maggior parte dei nostri competitor sono dei privati che hanno ereditato 1\2\3 appartamenti e hanno deciso di metterli a disposizione di studenti o lavoratori con l’intento di veder crescere la reddittività.

Questo perché, come sappiamo, affittare un appartamento in blocco ad una famiglia è molto meno profittevole oltre ad essere più rischioso.

Ti voglio fare un esempio;

Se affitti il tuo appartamento ad una famiglia incassi 700 al mese, mentre se affitti 5 stanze ad altrettanti studenti arriverai a incassare più del doppio, eliminando quasi totalmente il rischio.

Questi ultimi mesi hanno segnato (nel bene o nel male), la nostra attività,  tuttavia possiamo affermare con estrema lucidità il mercato ci sta richiedendo grande competenza e professionalità.

Il sublocatore superficiale in questo periodo si sta trovando in difficoltà perché non riesce ad affittare le stanze con la stessa facilità di prima.

Questo perché?

Se prima disponeva di stanze doppie, triple e riusciva comunque ad affittarle, adesso non è più possibile.

Quindi si auto-convince che non vi sia più mercato.

Ma non è così, perché dall’altra parte invece stiamo osservando decine e decine di professionisti che ottengono percentuali di occupazione che oscillano tra il 90 e il 95%.

Non siamo ancora sicuramente a livelli pre-covid ma ci arriveremo presto, non dubitarne. Molti sublocatori superficiali getteranno la spugna o decideranno di consegnare il loro appartamento ad un sublocatore professionista.

Oggi più che mai è fondamentale saper gestire i propri beni con grande professionalità, non è più possibile  svolgere questa attività in maniera improvvisata.

La figura del sublocatore professionista sta venendo a galla e per svolgere questa attività correttamente è necessario apprendere dalla A alla Z tutte le tecniche e procedure.

La domanda provocatoria che faccio sempre è: “Apriresti mai un ristorante senza disporre delle competenze necessarie?”

La stessa cosa vale per la sublocazione!

Nel nostro caso abbiamo un vantaggio, possiamo partire gradualmente e prenderci i nostri tempi senza dover fare subito un grosso investimento.

Però dobbiamo ricordarci che non possiamo più permetterci di affrontare questa attività come due\tre anni fa perché oggi più che mai c’è bisogno di professionisti!

Adesso ti voglio offrire una grande opportunità da cogliere al volo.

Clicca sul pulsante in basso e prenota subito una consulenza gratuita di 30 minuti con un nostro consulente certificato.

Buone sublocazioni

Francesco