Ciao,

Oggi voglio farti comprendere l'importanza di riuscire ad accettare il fatto che non dobbiamo chiudere un'operazione per forza.

Mettiti il cuore in pace, i salami appesi al soffitto non hanno mai avuto modo di esistere e, ahime, ho paura che questa ipotesi non si verificherà nei prossimi decenni.

Questa premessa ha lo scopo di farti rimanere ben saldo con i piedi per terra e non certo di demotivarti.

Indice

1. "Lottare" per chiudere buone operazioni

2. Accettare i NO con serenità


1. Lottare per chiudere buone operazioni

La sublocazione immobiliare è un'attività che può regalare grandi soddisfazioni e che ci permette di guadagnare bei solidini, sopratutto quando si raggiunge il traguardo delle prime 100 stanze.

Però, sappiamo bene che è ancora velata da scarsa conoscenza da parte degli addetti ai lavori e per questo può capitare che le agenzie immobiliari ci mettano in difficoltà, invece di aiutarci.

I proprietari spesso non conoscono questa attività e sono impauriti, quindi è necessario lottare e mettercela tutta per portare a casa delle belle operazioni.

2. Accettare i NO con serenità 

Per riuscire a portare a casa un'operazione è fondamentale conoscere perfettamente il mercato della città ed essere disposti a vedere tantissimi immobili.

Sappiamo tutti il potenziale offerto da questa meravigliosa attività, ma ti posso garantire che un approccio scientifico e legato ai numeri (non alle sensazioni) ti permetterà di ricevere tanti NO senza colpo ferire.

Ergo, i NO (si, anche quelli che danno fastidio), fanno parte del gioco e vanno accettati con un bel sorriso.

Infatti, dopo 10 no, generalmente arriva un diamante meraviglioso che ti garantirà un'ottima rendita per molti anni

Un caro saluto e buone sublocazioni

Acquista la Bibbia delle Sublocazioni, è disponibile la nuova edizione del mio libro: vietatocomprarecasa.it

"Stiamo allargando la nostra rete in tutta Italia. Presenta la tua candidatura, entra a far parte del franchising Stanza Semplice"